COME ERAVAMO COME SIAMO

Pagina in allestimento

MALACRINO ANTONIO 2à COMPAGNIA PARACADUDISTI 1955 A VITERBO
MALACRINO ANTONIO 2à COMPAGNIA PARACADUDISTI 1955 A VITERBO
Malacrino (OGGI)
Malacrino Antonio (OGGI)

————————————————————————————————————————-

carlo lanaALPINO PARACADUTISTA CARLO LANA

Notate che fisico,tutti in giacca lui in camicia sbracciato.

————————————————————————————————————————-

EGIDIO BRUSCHIALPINO PARACADUTISTA  EGIDIO BRUSCHI

——————————————————————————————————

Gulmini Enzo

Gulmini Enzo
Gulmini Enzo
Smipar Pisa 1971/1972

————————————————————————————————————————

PARACADUTISTA FOLGORE
PARACADUTISTA FOLGORE

———————————————————————————————————————–

LUIGI ZANETTI (LIVORNO 1970 FOLGORE
LUIGI ZANETTI (LIVORNO 1970
FOLGORE
LUIGI ZANETTI (OGGI)
LUIGI ZANETTI (OGGI)

———————————————————————————————————–

TRIVELLATO GRAZIANO (PISA 1976
TRIVELLATO GRAZIANO (PISA 1976
TRIVELLATO GRAZIANO
TRIVELLATO GRAZIANO

————————————————————————————————

ROBERTO MOSCA PISA 1972
ROBERTO MOSCA PISA 1972

ROBERTO-MOSCA-LIVORNO-72-73 COMP.COMANDO 5° BATT.
ROBERTO-MOSCA-LIVORNO-72-73 COMP.COMANDO 5° BATT.

———————————————————————————————————————-

Pasquadibisceglie Antonio                              ————————————————————-

ROBERTO BASSETTO (LIVORNO 72
ROBERTO BASSETTO (LIVORNO 72
ROBERTO BASSETTO OGGI                                             —————————————————————-
SILVERIO BARBIRATO
SIVERIO BARBIRATO


La fanteria d’arresto era una specialità dell’Arma di fanteria dell … inquadrato nella divisione di fanteria”Folgore”. 63º Battaglione fanteria d’arresto .


Correva l’anno 1962, e da pochissimo tempo era entrata in servizio la Portaerei Statunitense USS Indipendence, una nave della Classe Forrestal che, insieme a 3 sue “sorelle”, rivoluzionò completamente il mondo delle portaerei mondiali, definendo un nuovo orizzonte per l’utilizzo di questo tipo di navi. L’Amerigo Vespucci, veliero scuola della Marina Militare Italiana, fu varata molti anni prima della USS Indipendence, nel 1931, e da allora costituisce motivo di orgoglio per tutta la Marina Militare Italiana, e per tantissimi italiani.
Nel 1962 queste due navi si incontrarono nel Mar Mediterraneo, e la portaerei statunitense lampeggiò con il segnale luminoso, chiedendo:
Chi Al che dall’Amerigo Vespucci risposero:
Nave scuola Amerigo Vespucci, Marina Militare Italiana
E la risposta degli statunitensi rimase scritta negli annali:
siete?
Al che dall’Amerigo Vespucci risposero:
Nave scuola Amerigo Vespucci, Marina Militare Italiana
E la risposta degli statunitensi rimase scritta negli annali:
Siete la nave più bella del Mondo
Il cordiale omaggio degli statunitensi alla nostra nave è solo uno dei tanti che il mondo del mare tributa all’Amerigo Vespucci, che venne ritenuta, sin dal momento del suo varo, un esempio dell’eccellenza artigianale e ingegneristica italiana. Ad esempio, le regole di navigazione prevedono che i transatlantici abbiano sempre la precedenza rispetto alle altre imbarcazioni. Ma quando i giganti del mare incontrano la Amerigo Vespucci nei mari di tutto il mondo, questa legge non vale più, e i giganti spengono i motori, rinunciano alla precedenza e suonando tre colpi di sirena in segno di saluto.